Anemia

 

In sintesi

 

Cos’è l’anemia?
L'anemia è una condizione clinica caratterizzata dalla diminuzione della quantità totale di emoglobina (Hb) trasportata dai globuli rossi o eritrociti (RBC) al di sotto dei valori di riferimento. La riduzione del contenuto di Hb spesso è associata alla diminuzione del numero di RBC e dell’ematocrito (Hct). L'emoglobina contenuta all'interno degli eritrociiti è necessaria al trasporto ed al rilascio dell'ossigeno dai polmoni al resto dell’organismo. Senza un sufficiente approvvigionamento di ossigeno, molti tessuti e organi in tutto l’organismo possono andare incontro ad eventi avversi. Le persone anemiche possono avvertire senso di stanchezza, debolezza o mancanza di energia.
Si tratta di una condizione clinica abbastanza comune, che può interessare sia gli uomini che le donne di tutte le età, razze e gruppi etnici. Tuttavia alcune persone presentano un rischio aumentato di sviluppare anemia. Tra queste vi sono le persone abituate a diete povere di ferro e vitamine, quelle affette da malattie croniche quali le malattie renali, il diabete, il cancro, una malattia infiammatoria intestinale o con infezioni croniche come la tubercolosi o l’HIV, soggetti con una storia familiare di anemia ereditaria e coloro che hanno avuto notevole perdita di sangue in seguito a traumi o interventi chirurgici o, ancora, per emolisi acuta o cronica. Sulla base dei livelli di emoglobina e/o il conteggio RBC, l'anemia può essere classificata come lieve, moderata o grave.

 

In generale, l'anemia riconosce due cause principali:

· Alterata o ridotta produzione di globuli rossi da parte del midollo osseo, dovuta a carenze nutrizionali come la carenza di ferro o di vitamine del gruppo B, a deficit midollare come nell'anemia aplastica o nelle sindromi mielodisplastiche o a malattie in grado di influenzare l’attività del midollo osseo come infezioni, linfomi o tumori solidi

·         Ridotta sopravvivenza o aumentata distruzione dei globuli rossi, come nell’anemia emolitica o, ancora, perdita acuta o cronica di globuli rossi (emorragia).

 

L’anemia può essere acuta o cronica. L’anemia cronica si sviluppa lentamente in un periodo di tempo prolungato in presenza di patologie come il diabete, le malattie croniche renali od il cancro. In queste situazioni i sintomi correlati allo stato anemico possono non manifestarsi francamente sia perché mascherati dai sintomi correlati alla patologia sottostante che per l’adattamento dell’organismo ad una condizione anemica sviluppatasi in maniera graduale. Spesso in queste situazioni l’anemia viene riscontrata solo in seguito all’esecuzione di esami e test di laboratorio.

 

L’anemia acuta invece può manifestarsi in seguito ad una sostanziosa perdita di sangue dovuta ad un intervento chirurgico o alla presenza di ferite gravi, o anche per la presenza di anemia emolitica, una patologia responsabile della distruzione massiva di un grande numero di RBC. I segni e sintomi in questo caso possono comparire velocemente e la causa dello stato anemico può essere rilevata tramite esami fisici, di laboratorio e tramite l’anamnesi clinica del paziente.
I vari tipi di anemia possono essere classificati anche sulla base delle dimensioni dei globuli rossi e della concentrazione media di Hb contenuta al loro interno. L’anemia microcitica è caratterizzata da dimensioni eritrocitarie minori rispetto al normale; viceversa si parla di anemia macrocitica. Se la concentrazione media di Hb contenuta all’interno dei globuli rossi è inferiore rispetto alla norma, si parla di anemia ipocromica, altrimenti se è maggiore si parla di anemia ipercromica.

All’interno delle due categorie generali di anemia, ne esistono molteplici caratterizzate da diversi agenti eziologici. Alcuni tipi di anemia tra i più comuni sono riportati nella tabella sottostante.

 

Tipi di Anemia

Descrizione

Probabili cause

Anemia da carenza di ferro (sideropenica)

la mancanza di ferro determina la riduzione della quantità di Hb; la ridotta produzione di Hb è a sua volta causa della produzione di globuli rossi ipocromici e microcitici

Perdita di sangue; dieta povera di ferro; ridotto assorbimento di ferro

Anemia da deficit di vitamine del gruppo B (perniciosa)

I globuli rossi non maturano come farebbero normalmente a causa della mancanza di vitamine del gruppo B (B12 e folati); ne consegue la riduzione della produzione di globuli rossi

Mancanza di fattore intrinseco (necessario per l'assorbimento della vitamina B12); dieta a basso contenuto di vitamine del gruppo B; diminuito assorbimento di vitamine del gruppo B

Anemia Aplastica

Il midollo osseo non è in grado di produrre abbastanza globuli rossi; tale condizione clinica è potenzialmente letale

Terapie antineoplastiche; esposizione a tossine; malattie autoimmuni; infezioni virali

Anemia emolitica

I globuli rossi sono distrutti in maniera più veloce rispetto alla capacità di ricostituzione midollare

Cause ereditarie come l’anemia falciforme e la talassemia; altre cause includono la trasfusione di sangue incompatibile, alcune malattie autoimmuni, alcuni farmaci (penicillina)

Anemie da disordine cronico

Numerose patologie croniche possono causare la diminuita produzione di globuli rossi

Malattie renali, artrite reumatoide, diabete, tubercolosi, HIV, morbo di Crohn, cancro, altre.

 

In questo articolo vengono trattate solo alcune delle cause più comuni di anemia, soprattutto quelle che non sono tipicamente associate ad anomalie dei globuli bianchi e/o delle piastrine.

Oltre a queste, esistono molte più condizioni cliniche che possono, per vari motivi, comportare un certo livello di anemia, come ad esempio:

 

·         Emorragie: l’anemia può essere secondaria a significative perdite di sangue derivanti, ad esempio, da traumi o interventi chirurgici (emorragia acuta) o da sanguinamenti gastrointestinali (ulcere) che si verificano continuativamente nel tempo (sanguinamento cronico)

·         Leucemia (acuta o cronica)

·         Linfoma

·         Sindromi mielodisplastiche

·         Mieloma multiplo

·         Neoplasie mieloproliferative

·         Infezioni (ad es., HIV).

avanti
Questo contentuto è stato modificato il 03.06.2017